Riprendersi un ginocchio con Roy Keane

Crak!
È il legamento del ginocchio. E non è piacevole.
Cadi a terra urlando e rotolandoti per il dolore.
Mentre realizzi che questo ti costerà qualche mese di riabilitazione si avvicina un tizio che ti urla: “non fare scena, alzati fighetta”!
Tu però sei costretto a uscire in barella.

Ma tu sei Roy Keane. Sei il capitano del Manchester United. Sei un fenomeno e un figlio di puttana. Chiamato, da qualcuno, con l’evocativo soprannome di “Psycho“.
L’altro è un tale Alf-Inge Håland. E chi l’ha mai sentito? Diventerà noto solamente per questo episodio…
Però ti ha rotto un ginocchio. Non volontariamente, ok. Ma poi ti ha urlato di rialzarti.
Allora aspetti…

Il tempo passa.
Ma la sua voce è li dietro di te: “non fare scena”!
Tu aspetti…
Un anno. Due anni. Tre anni. Quattro anni

Poi lui è lì.
Manchester United contro Manchester City.
Derby.
Ti allunghi un po’ la palla e arriva lui in anticipo, per spazzarla via.
Compie solo un errore: ti fa intravedere il suo ginocchio destro.
“Non fare scena”!
È il momento.
Piede a martello.
Lui rinvia.
Tu affondi i tacchetti sul ginocchio, glielo distruggi e lo lasci per terra urlante.

Rosso. Nulla da dire.
Tranne una cosina al buon Alf-Inge Håland.
Ti avvicini e gli urli: “prendi questo, stronzo”!

3 giornate di squalifica. 5mila sterline di multa.

Ma tu sei Roy Keane e dopo qualche anno, quando ti chiedono se l’hai fatto volontariamente rispondi: “certo che l’ho fatto apposta“.
Altre 5 giornate di squalifica e 150mila sterline di multa.

Questo è il prezzo della vendetta.
E a te, tutto sommato, sta bene così.

Ecco, queste storie un po’ crude, sporche, queste storie – tutto sommato – di sconfitte, sono la parte del calcio che mi piace di più.

Roy Keane, ti amo.
Non ti conosco alla perfezione, ma rimedierò subito leggendo il tuo libro.

 

 

 

Condividi questo articolo...Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn4Email this to someone

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *